Donate
News

Presepe Vivente Ascrea Lago del Turano

Presepe Vivente Ascrea Lago del Turano

Ascrea, 6 gennaio ore 18, boom di presenze al Presepe Vivente che si conferma una delle attrazioni natalizie più suggestive della Valle del Turano, una emozionante rappresentazione del magico momento della nascita di Gesù nella suggestiva piazza Mareri, resa possibile grazie alla collaborazione di tre Enti: il comune di Ascrea, la locale Proloco e la Parrocchia di San Nicola di Bari.






La storia del Presepe di Ascrea, ma anche del Concerto di Natale, l’inaugurazione della casa di Babbo Natale e ieri, della Befana, la Pasquarella e diverse altre iniziative organizzate dagli Ascreani in questo periodo natalizio hanno il prologo e l’epilogo che segue.
Il Presepe Vivente è realizzato da persone che da tempo sono impegnate nella riproposizione di questa bellissima iniziativa diretta e curata da Daniela Franchi, attrice di teatro. Bravissima Daniela, capace di emozionare la platea.
Certo, oggi appartarsi con la memoria di quanto accaduto ad Ascrea nel periodo natalizio non è un distratto sfogliare pagine e ricordi all’indietro per rivivere gli eventi con il solo piacere del rimbalzo delle emozioni.
E’ qualcosa di molto piu’ profondo, è la colonna sonora delle reminiscenze di esperienze realmente condivise in toto, con l’anima, il cuore, la mente e il corpo, è la reminescienza di voci, parole, musiche, vissute con la consapevolezza di un capitale relazionale il cui valore è inestimabile, che ha unito persone che si sono cimentate nelle prove con i percorsi delle partiture dalle sfaccettature incredibilmente umane evitando sin dall’inizio il rimpallo delle banalità delle intrusioni meno propense alla condivisione di quanto da noi meravigliosamente vissuto…
Appagati da tutto questo, ci siamo disposti per dedicarci alle Arti ed è stato il coronamento di un grande successo di pubblico e di critica.
Il giorno 5 siamo andati a dormire con l’intenzione dii essere pronti, l’indomani per il Presepe Vivente, con grande entusiasmo e senza la minima sensazione di stanchezza, perché spinti da un impulso tutto nuovo , quasi terapeutico, che si arricchiva quotidianamente di una vitalità, di un sentimento, di una fiducia reciproca, insomma sentimenti raramente riscontrati in tutta la storia della Valle del Turano.
Il giorno sei, alle ore 17.50, Daniela Franchi, regista del Presepe ha riunito gli attori, ci siamo guardati….
trascinando con noi il desiderio di condividere con tutti i presenti le emozioni che avremmo vissuto e abbiamo, poi realmente provato, quelle insondabili dell’anima, che vivono in ciascuno di noi.
Nel recupero della memoria di mesi di preparazione del Presepe Vivente, a noi resta la gioia di un meraviglioso evento, delle emozioni realmente condivise, il Presepe delle grandi suggestioni, nostre, vostre e di tutti coloro che hanno avuto la possibiltà di viverle, con meraviglia da parte dei piu’.
E mentre gli spettatori diventavano sempre piu’ numerosi, il Presepe diventava meta di tante persone che desideravano assistere alla natività e godere del panorama e delll’aria salubre della nostra meravigliosa Vale del Turano.
Oggi camminiamo sui sentieri della Valle sui quali consumiamo i nostri passi e, senza volerlo, ci viene in mente il proverbio “la goccia scalpella l’acqua”, simbolo della tenacia nella continuità in attesa di qualcosa di nuovo che non ha fretta di giungere e ha il suo prologo proprio nel Presepe.
Bravissimi gli attori, bravissimi i collaboratori che dietro le quinte, hanno dato il loro enorme contributo.
Grazie al gruppo organizzatore, Riccardo Nini, Presidente della Proloco di Ascrea, Amalia Mancini, Responsabile Cultura ed Arte Comunità di Ascrea, Chiara Simonetti, coordinatrice degli eventi, Ilaria De Angelis, preziosa assistente e Lorenzo Pandolfi, make up artist e scenografo.
Grazie a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento, in grado di svolgere un lavoro di squadra che ha moltiplicato il successo dell’evento. Grazie, le Meraviglie siete Voi!
Una giornata indimenticabile e fortemente emozionante, una giornata di Emozioni, Musica, Canto, Teatro….e tutto questo è solo l’inizio di tanto altro.