Una scuola di vela sul lago del Turano

Di Amalia Mancini

Una scuola di vela sul Lago del Turano per garantire all'intera zona la più vasta possibilità di svago. La proposta di Dante D'Angeli, sindaco di Ascrea, è diventata una realtà. E così lo sport della vela, insieme con la canoa, lo sci nautico, il windsurf, che già si praticano nel Centro Nautico Lazio di Mario Maurizi con la possibilità di concorrere a gare nazionali e trofei, farà del lago del turano una palestra ideale. <Con la scuola di vela che presto inaugureremo _ sostiene D'Angeli, motore dell'iniziativa _ si intende creare un itinerario di particolare suggestione, non solo paesaggistica ma anche sportiva, in una zona, quella della Valle del Turano, circondata dal verde, tranquilla e panoramica a pochi passi dalla capitale>. La scuola di vela prevede, inoltre, la partecipazione a trofei, gare regionali e nazionali. Questa zona, bella e selvaggia, considerata un vero e proprio corridoio panoramico tra Roma e Rieti, da questo momento in poi, offrirà le più svariate attrezzature di svago. <Lo scopo _ continua D'Angeli _ è anche quello di soddisfare le esigenze di un turismo giovane che unirà al contatto con la natura, la pratica sportiva e possibilità di evasione>. In questo modo, la valle, potrà offrire le più svariate motivazioni per una vacanza completa e per viverci senza doversi annoiare. Oltre alla natura prodiga di bellezze, ora anche lo sport, ricettività, servizi, e anche cultura. Lungo le rive del lago sono stati costruiti dei caratteristici luoghi di ristoro, in legno, che offrono, bar e piano bar, oltre alla pizzeria Miralago di Ascrea inaugurata qualche giorno fa, ai servizi di ristoro, ai vari sport e momenti di svago offerti dalla Polisportiva Ascreana. A questo punto, come alcuni turisti auspicano, mancherebbe solo un campo di golf, una piscina, un centro ippico, un agriturismo, una palestra con attrezzatura e perché no, una zona relax con sauna, idromassaggio e bagno turco, un cinema, un teatro, un campo di bocce. Per soddisfare le più svariate esigenze, per avvicinare sempre più il turismo e per impreziosire un paesaggio che racconta l'incanto della natura in tutte le sue forme, con uno specchio d'acqua, che è specchio del cielo e delle stelle. Ma c'è anche chi sostiene che la natura è bella selvaggia e rifiuta il nuovo. Per ora si inizia con la scuola di vela, nella speranza che tutto il resto non sia solo un sogno.

HOME